Dino Damiani
Nato a Grignasco (NO), capitale del mobile valsesiano, a quindici anni entra come apprendista scultore nella bottega di un artigiano mobiliere: vi rimase quattro anni, imparando i rudimenti del mestiere. Contemporaneamente frequentò per cinque anni la scuola d’arte varallese, la storica Scuola Barolo, dapprima sotto la guida dello scultore Arturo Farinoni, poi del Maestro Lino Tosi. Qualche anno più tardi conobbe lo scultore Peppino Sacchi e per due anni frequentò il suo studio ad Auzate Gozzano (NO). Avendo alle spalle una ormai solida preparazione ed una tecnica che era andata affinandosi, nel 1996 partecipa al suo primo simposio di scultura a Cellio (VC). Seguirono estemporanee e concorsi, nei quali riportò numerosi premi e giudizi lusinghieri che lo indussero a proseguire e a diversificare il suo modo di scolpire, utilizzando anche materiali diversi dal legno. Nel 2005, a dieci anni dagli esordi, tenta di tracciare un bilancio del proprio lavoro con una grande mostra personale a Varallo, nelle sale di Palazzo D’Adda, una mostra antologica, una rassegna di epoche, di stili e di sentimenti. Nell’ultimo periodo, attraverso una ricerca costante dell’essenzialità e dell’armonia delle forme in movimento, ha scoperto i Nuotatori, forme e volumi sospesi in uno spazio più leggero dell’acqua. Queste sculture di legno chiaro nascono da uno studio attento dell’anatomia che Dino supera in modo assolutamente personale, creando figure che paiono nuotare attraverso il tempo. Partecipa a Trucioli d’Artista dal 2003 al 2007, vincendo, nel 2003 e nel 2004, due premi speciali mentre, nel 2006, il primo premio “Artista del legno”.
Dino Damiani
Dino Damiani
TURISMOVEST - Via F.lli Piol, 8 10098 RIVOLI - Tel.+39 011 9561043 FAX +39 011 9534903 - P.IVA 08437240016